Per chi non partecipa

TANTE OCCASIONI IN PIU’ PER VENIRE A LUGO IL 7 MAGGIO AL GIRO DELLA ROMAGNA
NON DA SOLI MA IN COMPAGNIA

In concomitanza con il Giro della Romagna, domenica 7 maggio, la città di Lugo offre un ricco programma di iniziative. Durante lo stesso fine settimana si svolge infatti, la tradizionale Sagra di San Francesco di Paola con il Luna Park in piazza Garibaldi e in piazza 1° Maggio, mentre sotto le logge del Pavaglione e nelle piazze del centro storico si tiene la seconda edizione di “Lugo Garden Festival”, la mostra mercato dedicata al giardinaggio che lo scorso anno ha riscosso un enorme successo in termini di affluenza di pubblico e di numero di espositori presenti.

In piazza Mazzini, all’interno del Pavaglione, la Contesa Estense organizza i Giochi Mediovali con la tradizionale sfilata dei cortei storici dei Rioni di Lugo che, come ogni anno, trasformano il centro città in un grande palcoscenico medioevale.

I partecipanti al Giro e i loro accompagnatori avranno quindi uno stimolo in più per visitare Lugo e cono- scere questa bella città. Se i diversi gruppi lo vorranno, facendolo sapere in anticipo, attraverso la dispo- nibilità del Comune, è possibile organizzare visite guidate ai principali punti di interesse di Lugo:

(1) Rocca Estense, oggi sede dell’Amministrazione Comunale, imponente edificio, esempio di architettu- ra fortificata il cui aspetto attuale è quello del tempo degli Este, alla metà del Cinquecento. Una curiosità, oltre all’interessante giardino pensile: sulle pareti esterne della Rocca cresce una rara e particolare varietà di piante di capperi;
(2) Pavaglione, quadriportico completato nel 1783 per il mercato del baco da seta, raro esempio di architettura settecentesca ad uso civile che anticipa concezioni urbanistiche moderne. Sul lato est fa bella mostra un orologio meccanico della fine del 1800, ancora perfettamente funzionante. Oggi ospita il merca- to, la fiera biennale, rassegne e spettacoli;
(3) Teatro Rossini, uno dei più interessanti teatri all’italiana della Regione, costruito tra il 1757 e il 1761 dall’architetto Ambrogio Petrocchi con l’intervento di Antonio Galli Bibbiena per rifiniture, disposizione dei palchi, pitture e scenografie. Intitolato a Gioacchino Rossini nel 1859 fu gravemente danneggiato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, ristrutturato fu riaperto nel 1986;
(4) Palazzo Trisi, del diciottesimo secolo, sede dell’omonima biblioteca comunale ricca di incunaboli e cinquecentine;
(5) Cimitero Ebraico testimonia la presenza nel passato di un’importante comunità ebraica che si formo nel sedicesimo secolo durante la dominazione estense
(6) Museo Baracca, dedicato a Francesco Baracca, uno dei pionieri dell’aviazione italiana, ospita il caccia della prima guerra mondiale “SPAD VII” oltre a cimeli dell’eroe, documenti dell’epoca e simulatore di volo;
(7) Monumento a Francesco Baracca, nell’omonima piazza, opera dello scultore Domenico Rambelli, interamente rivestita in travertino di Tivoli, costituita da un’enorme ala alta 27 mt., che riporta sui fianchi i simboli dei reparti a cui egli appartenne e il cavallino rampante che è poi diventato l’emblema della Ferrari e una statua in bronzo raffigurante l’eroe alta 5,70 mt. che reca le date delle vittorie da lui riportate e la scritta “Ad Maiora”(letteralmente il motto si traduce come “A successi ancor più grandi”).
(8) Per gli amanti della musica classica un itinerario cha va da Casa Rossini, a Villa Malerbi e alla Chiesa del Carmine, dove sono custoditi gli organi sui quali si esercitava il giovane Rossini.

(9) Tra gli edifici religiosi di rilevanza artistica si segnalano l’Oratorio di Sant’Onofrio, la Chiesa del Suffragio e la Collegiata di San Francesco.

(10) Parco del Loto, area naturale di grande pregio in un ambito tipicamente urbano, ricavata da una ex cava di argilla, che ospita numerose specie di fiori di loto e ninfee, ed una vegetazione con ben oltre 200 varietà e diverse specie di uccelli.

Inoltre, per coloro che vogliono fare una pedalata escursionistica, in collaborazione con la Fiab-Amici della Bicicletta, con qualsiasi tipo di bicicleta, si parte alle ore 9 da Lugo-Centro Sportivo Madonna delle Stuoie, quindi Bagnacavallo, percorrendo le viuzze del centro e sosta per una pausa caffè, quindi Fusi- gnano dove si visiterà un giardino di rose dell’Architetto Urbano Argelli in Via Cantagallo 48, per poi ritornare a Lugo per il pranzo al pasta-party del Giro di Romagna.

Pin It on Pinterest